PATENTINO DELLE CALDAIE

Il patentino delle caldaie abilita solo all'accensione, lo spegnimento e la regolazione della temperatura delle caldaie a vapore.

L'articolo n. 287 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 "Norme in materia ambientale", così come modificato dall'art. 3, comma 20, D.Lgs. n. 128 del 2010,  prescrive che il personale addetto alla conduzione degli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore a 232 kW deve essere munito di un patentino di abilitazione rilasciato da un'autorità individuata dalla legge regionale. In questo modo l'obbligo del patentino, in precedenza previsto solo per impianti termici alimentati con combustibili minerali solidi o liquidi ai sensi della Legge 615/1966, è esteso anche a quelli alimentati con combustibile gassoso.

La Regione Piemonte con l'art. 44 della L.R. 26 aprile 2000 n. 44  ha attribuito alle Province la competenza per il rilascio del patentino all'abilitazione alla conduzione degli impianti termici, pertanto l'autorità legittimata al rilascio del suddetto patentino è la Provincia e non più la Direzione Provinciale del Lavoro.

Esistono patentini di due diversi gradi:

Patentino di 1° grado:

Il patentino di primo grado detto anche da "Fuochista" permette di controllare le caldaie a vapore di potenza termica superiore a 232 kw/h, ma non permete di fare assistenza tecnica. Per poter conseguire questo corso bisogna prima conseguire il patentino da Conduttore, quindi di 2° grado.

Patentino di 2° grado:

Il patentino di secondo grado "detto anche Conduttore Caldaie a vapore" invece permette di controllare le caldaie di potenza inferiore ai 232 kw/h, e anche questo non permette di fare assistenza tecnica caldaie

Praticamente il patentino non permette di poter lavorare sulle caldaie. Per poter infatti eseguire riparazioni o smontare dei pezzi occorre conseguire l'abilitazione come descritto dal DM 37/08 - vedi Requisiti tecnici per essere abilitati a fare assistenza caldaie

Il Corso su "diagnosi caldaie murali" è un' altra cosa, è una formazione libera ed accessibile a tutti ma viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Chi volesse invece poter operare sulle caldaie condominiali o bruciatori a gas o a gasolio deve conseguire la qualifica da BRUCIATORISTA presso dei centri di formazione che rilasciano una qualifica.

Visite: 2362